Home / Home / 883: 25 anni di musica, amori e passioni

883: 25 anni di musica, amori e passioni

883: 25 anni di musica, amori e passioni





Era il 10 Febbraio 1992 quando nelle radio uscì un brano che tutti poi avrebbero conosciuto e cantato. Un brano che è entrato nella storia della musica italiana: Hanno ucciso l’uomo ragno.

Lo stesso giorno uscirono la “musicassetta” e il CD di quell’omonimo album scritto e cantato da un duo che a vederli non gli avresti dato nemmeno una lira…: gli 883.
Max Pezzali e Mauro Repetto, ormai lo sanno tutti, si sono conosciuti tra i banchi di scuola a Pavia, hanno passato l’intera adolescenza a scrivere testi e a “comporre” musica con quei pochi mezzi che avevano, ma in realtà non sapevano che stavano creando un nuovo tipo di musica.

Loro erano diversi, non cantavano le solite canzoni d’amore con frasi fatte e rifatte, raccontavano la vita di ogni giorno nell’Italia di provincia, quella che tutti conoscono!
“Finalmente qualcuno che parla di noi e della nostra vita!” dissero i ragazzi dell’epoca “Gli 883 parlano come noi e di cosa pensiamo e viviamo ogni giorno”.

Fu così che con il tempo quei due giovani sfigati diventarono il simbolo degli Anni 90!
Canzoni come “Con un deca”, “Nord Sud Ovest Est”, “Rotta x casa di Dio”…non te le scordi mai e capisci che nonostante siano passati tanti anni (una generazione!) il tema è quasi sempre attuale, forse un po’ trash, ma tutt’ora parlano di noi!

Poi si sa…il tempo portò via tutto con sé e il duo si sciolse…




L’addio di Mauro Repetto nel 1995 sconvolse i fan e chi faceva parte di questo meraviglioso progetto: un ragazzo troppo complicato per questo genere di successo…ma grazie alla forza d’animo di Max si creò un nuovo gruppo, un nuovo legame d’amicizia con altri artisti come Michele Monestiroli e Paola & Chiara.
Gli 883 non cambiarono, anzi assimilarono nuova linfa dall’amicizia e le parole di Max sfornarono altri successi come “La regola dell’amico”, “Gli anni” (un pilastro della musica italiana), “Come deve andare”…

Erano testi basati su storie vere, ogni canzone descriveva un periodo dell’ adolescenza, le amicizie, gli amori persi o mai avuti…”Come cazzo fa Max a capirci?” ci domandavamo…

Lui è una persona speciale…ecco la nostra risposta.

Poi, nell’autunno 2002 Max Pezzali decise di abbandonare il nome 883, dopo undici anni di attività e di successi.
Perché? Anche lui ha bisogno di noi e di intraprendere una nuova strada, forse anche più bella!

Sta di fatto che quel giorno fu un giorno terribile, bruttissimo…ma che ci fece capire quanto tutti noi eravamo gli 883…



Info Admin Mirko

Admin e Fondatore della Community FMP

Guarda anche

Quasi pronto il nuovo Featuring di Max Pezzali?

Quasi pronto il nuovo Featuring di Max Pezzali? Come avevamo già accennato in precedenza, attraverso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.